300 bambini in piazza a Baronissi per Porto di Parole. Presentato il Premio Peppe Natella

300 bambini in piazza a Baronissi per Porto di Parole. Presentato il Premio Peppe Natella

300 bambini in piazza a Baronissi per Porto di Parole. Presentato il Premio Peppe Natella

Hanno ballato, cantato e creato, attingendo solo dalla loro fantasia, i 300 bambini che questa mattina al Parco della Rinascita a Baronissi sono stati i protagonisti della quarta edizione di Porto di Parole. Ad accoglierli, alle 9.30, è stato Ciccio Pasticcio, figura storica dello Zecchino d’Oro,frutto della fervida fantasia di Andrea Ballabio. E così per un giorno la piazza di Baronissi si è colorata di cappellini, magliette e disegni ricreando l’atmosfera di un originale villaggio delle “narrazioni differenti”.

A rispondere all’appello creativo di Saremo Alberi e del Comune di Baronissi sono stati gli alunni dell’Asilo Comunale Arcobaleno, dell’Istituto Comprensivo Autonomia 82 e dell’Istituto Comprensivo di Baronissi.Quest’anno anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricercaha voluto firmare l’organizzazione di “Porto di Parole – la bottega delle narrazioni differenti”, il progetto ideato quattro anni fa da “Saremo Alberi”. A patrocinare l’evento sono i comuni di Salerno e Baronissi nonché “Nati per leggere”, il percorso promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche che si prefigge d’incoraggiare nei bambini l’attitudine alla lettura.  Ad affiancare “Saremo Alberi” per l’organizzazione c’è la “Bottega San Lazzaro”. La partecipazione agli eventi è gratuita.

Animazione, laboratori sul riciclo creativo e la lettura spettacolo saranno gli ingredienti della giornata durante la quale c’è stata la presentazione del Premio intitolato a Peppe Natella, il patron del teatro dei Barbuti – solo per citare uno degli eventi legati al suo nome – scomparso lo scorso dicembre.Alle 10.30 i piccoli alunni hanno seguito il laboratorio dal titolo “Mani in Pasta”, realizzato in collaborazione da Baby Planet. Alle ore 11 c’è stata la lettura spettacolo “Nel Paese di Chissadove”, curata da Vincenzo Aliberti, che ha dato forma e colore alle parole del libro scritto da Cristiana Valentini e Philip Giordano ed edito da Zoolibri. Alle 11.30, il  gran finale con Ciccio Pasticcio Dance.

Intanto fervono i preparativi per i prossimi 3 e 4 giugno quando Porto di Parole virerà suSalerno per una due giorni di laboratori, spettacoli e percorsi tematici tra passato, presente e futuro.

Close